dic 072015
 

breve descrizione:

cantine-lavis-02 • fasi progettuali: Progetto Preliminare
• committente: Gruppo Vinicolo La-Vis
• budget: 4.000.000 di euro

Il gruppo La-Vis di Trento riunisce quattro cantine storiche dell’alto trentino – La-Vis s.c.a., Casa Girelli, Cesarini Sforza e Val di Cembra – in un nuovo soggetto industriale con grandi potenzialità  e  una  previsione  produttiva in forte ascesa sul mercato. Il progetto prevede la riorganizzazione delle tre sedi del gruppo, con spostamenti funzionali e riallestimenti delle linee di imbottigliamento al fine di consolidare i numeri di produzione sul mercato italiano e straniero; il lavoro si è svolto sia in termini di logistica, sia in termini architettonici. La consulenza è stata supportata da un enologo professionista incaricato di trovare il bilanciamento dei nuovi prodotti e il rilancio di quelli tradizionali.

altre informazioni »

dic 042015
 

breve descrizione:

vista aerea del complesso • INTERVENTO PRESENTATO COME BEST PRACTICE ALLA CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA DI PARIGI DEL 2015
• committente: Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna
• superficie territoriale: 350.000 mq. circa
• fasi progettuali: Progetto Preliminare Definitivo ed Esecutivo
• risparmio CO2: 1.589 Tonnellate/Anno circa (-22,2%)
• risparmio Petrolio: 4.863 Tonnellate/Anno circa (-27%)

Il progetto si inserisce nel piano di riammodernamento tecnologico del Polo Ospedaliero del Policlinico Universitario S.Orsola-Malpighi, ubicato vicino al centro storico di Bologna.

Grazie agli interventi di riqualificazione eseguiti, Il Policlinico di Sant’Orsola è stato scelto come buona pratica a Parigi alla Conferenza mondiale sul clima del 2015  dove l’Azienda Ospedaliera è stata chiamata ad esporre i risultati che saranno ottenuti grazie alla realizzazione della nuova centrale termica ipogea.L’Azienda bolognese rappresenta l’Italia alla sessione di lavoro ‘Health Care Climate – Leadership Roundtable’.

La nuova centrale termica  unifica le due precedenti e si trova 12 metri sotto terra. La costruzione è stata avviata nell’aprile 2014. In gennaio 2016 è previsto l’avvio dell’attiguo impianto di cogenerazione per la produzione di energia elettrica e nell’estate quello di trigenerazione. A regime il progetto consentirà di ridurre l’utilizzo di energia primaria, elettrica o termica, da 18.023 a 13.160 tonnellate equivalenti di petrolio (Tep) all’anno, ovvero il 27% in meno, e le emissioni di gas serra, responsabili del riscaldamento globale da 7.164 a 5.575 tonnellate di CO2 equivalenti all’anno, ovvero il 22,2% in meno.(ANSA).

altre informazioni »

giu 282013
 

breve descrizione:

3002-expo-center303

• Superficie coperta complessiva: 8.664,48 mq.
• Auditorium: 1.496 persone (di cui 8 disabili)
• Altezza massima (lorda): 21,3 m
• Importo Complessivo appalto: 40.000.000 euro
• Volume complessivo (V): 62.985 mc (EXC)

 

 

l’Expo Centre (EXC) è il secondo edificio più importante di EXPO 2015, dopo il Padiglione Italia ed, unitamente ad esso, rappresenta un polo di attrazione fondamentale per il pubblico, essendo la sede degli spettacoli e rappresentazioni culturali delle varie nazioni partecipanti, da svolgere indoor (nella Sala Auditorium) e outdoor (nell’Open Plaza) e un importante Centro Conferenze. Nello  skyline del sito Expo appresenta un landmark fondativo, occupando il margine occidentale dell’area interessata dall’evento ed posizionandosi su uno dei quattro punti cardinali del Masterplan, sul fondale del Grande Boulevard Centrale (Decumano) che attraversa l’Esposizione Universale.

altre informazioni »

lug 032013
 

breve descrizione:

definitiva06

Il 19 aprile 2013 sono stati premiati i progetti vincitori fra i 68 i progetti arrivati da tutto il mondo per partecipare al Concorso Internazionale per la progettazione del Padiglione Italia di Expo 2015. La maggior parte dei progetti partecipanti e in particolare tutti i primi classificati appartengono a studi di progettazione riuniti in raggruppamento temporaneo.
CAIREPRO,
già incaricata della progettazione di  EXPO CENTRE, secondo edificio più importente di Expo2015, ha deciso di partecipare da sola.
Il progetto di cairepro, posizionato a metà circa della classifica generale, si è distinto fra quelli degli studi partecipanti singolarmente: al 3° posto fra tutte le proposte di studi singoli e al 2° posto fra le proposte degli studi singoli italiani.
Merita particolare attenzione, a giudizio degli estensori del progetto, il concept elaborato per dare piena attuazione alle esigenze esplicitate da Expo2015 nei documenti di gara.

altre informazioni »

lug 022013
 

breve descrizione:

immagine-per-scheda • committente: Regione Marche- Assessorato Sanità
dati e posti letto: 200 posti letto + 22.000 mq.
• fasi progettuali: concorso di idee con selezione su curriculum

Il progetto è concepito su grande scala per la creazione di una struttura autonoma ad alta specializzazione nei campi della ostetricia – ginecologia, pediatria, chirurgia pediatrica,  oncoematologia pediatrica, neuropsichiatria infantile, una vera casa della mamma e del bambino che raccolga l’eredità centenaria del Salesi attualmente esistente ed operante sulla città di  Ancona e funga da centro di riferimento regionale e nazionale.

altre informazioni »