dic 042015
 

breve descrizione:

vista aerea del complesso • INTERVENTO PRESENTATO COME BEST PRACTICE ALLA CONFERENZA MONDIALE SUL CLIMA DI PARIGI DEL 2015
• committente: Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna
• superficie territoriale: 350.000 mq. circa
• fasi progettuali: Progetto Preliminare Definitivo ed Esecutivo
• risparmio CO2: 1.589 Tonnellate/Anno circa (-22,2%)
• risparmio Petrolio: 4.863 Tonnellate/Anno circa (-27%)

Il progetto si inserisce nel piano di riammodernamento tecnologico del Polo Ospedaliero del Policlinico Universitario S.Orsola-Malpighi, ubicato vicino al centro storico di Bologna.

Grazie agli interventi di riqualificazione eseguiti, Il Policlinico di Sant’Orsola è stato scelto come buona pratica a Parigi alla Conferenza mondiale sul clima del 2015  dove l’Azienda Ospedaliera è stata chiamata ad esporre i risultati che saranno ottenuti grazie alla realizzazione della nuova centrale termica ipogea.L’Azienda bolognese rappresenta l’Italia alla sessione di lavoro ‘Health Care Climate – Leadership Roundtable’.

La nuova centrale termica  unifica le due precedenti e si trova 12 metri sotto terra. La costruzione è stata avviata nell’aprile 2014. In gennaio 2016 è previsto l’avvio dell’attiguo impianto di cogenerazione per la produzione di energia elettrica e nell’estate quello di trigenerazione. A regime il progetto consentirà di ridurre l’utilizzo di energia primaria, elettrica o termica, da 18.023 a 13.160 tonnellate equivalenti di petrolio (Tep) all’anno, ovvero il 27% in meno, e le emissioni di gas serra, responsabili del riscaldamento globale da 7.164 a 5.575 tonnellate di CO2 equivalenti all’anno, ovvero il 22,2% in meno.(ANSA).

altre informazioni »

giu 282013
 

breve descrizione:

3002-expo-center303

• Superficie coperta complessiva: 8.664,48 mq.
• Auditorium: 1.496 persone (di cui 8 disabili)
• Altezza massima (lorda): 21,3 m
• Importo Complessivo appalto: 40.000.000 euro
• Volume complessivo (V): 62.985 mc (EXC)

 

 

l’Expo Centre (EXC) è il secondo edificio più importante di EXPO 2015, dopo il Padiglione Italia ed, unitamente ad esso, rappresenta un polo di attrazione fondamentale per il pubblico, essendo la sede degli spettacoli e rappresentazioni culturali delle varie nazioni partecipanti, da svolgere indoor (nella Sala Auditorium) e outdoor (nell’Open Plaza) e un importante Centro Conferenze. Nello  skyline del sito Expo appresenta un landmark fondativo, occupando il margine occidentale dell’area interessata dall’evento ed posizionandosi su uno dei quattro punti cardinali del Masterplan, sul fondale del Grande Boulevard Centrale (Decumano) che attraversa l’Esposizione Universale.

altre informazioni »

feb 012011
 

breve descrizione:

image004 • committente: Camar  Societa’ Cooperativa e Comune di Scandiano
• importo lavori: €.
9.000.000,00
• note: In collaborazione con arch. E. Baschieri e ing. G. Herman.

Il progetto consiste nella realizzazione del Padiglione Fieristico destinato ad ospitare attività espositive e commerciali nonchè eventi e manifestazioni sportive, culturali, musicali, ecc.
Superficie totale di 4.038 (lordi) mq.

altre informazioni »

feb 022011
 

breve descrizione:

image002 • committente: Comune di Scandiano
• importo lavori: €. 1.500.000,00
• note: in collaborazione con arch. Daniele Pifferi e Arch. Wainer Zannoni

Il progetto ha riguardato la pavimentazione e l’arredo urbano di due piazze del centro storico di Scandiano; il concept è stato quello di uniformare due spazi in un unico tracciato geometrico per mettere in relazione gli elementi di arredo urbano, il verde e i “giochi d’acqua” della nuova fontana. Inoltre è stato riorganizzato il sistema della viabilità e dei parcheggi. altre informazioni »

feb 022011
 

breve descrizione:

image010 • committente: Comune di Saltara
• note: in collaborazione con Arch. Paolo Gambarelli, Arch. Roberto Bua, Prof.ssa Silvia Cuppini
• importo lavori: €.1.200.000,00

L’intervento consiste nella realizzazione di un insieme di opere finalizzate alla riqualificazione dell’ambito urbano dell’area centrale della frazione di Calcinelli. Sono dunque oggetto di intervento tutti quegli spazi pubblici destinati alla sosta ed ai percorsi e collegamenti sia pedonali che carrabili.

altre informazioni »