CREDITI

Categorie:
Cliente: Azienda USL di Reggio Emilia
Località: Reggio Emilia
Superficie: 2.528 mq
Completamento: 2019
Valore: 6.380.000 euro

DESCRIZIONE

La nuova REMS – Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza di Reggio Emilia rappresenta il primo modello tipologico di riferimento nazionale, inserita nel Programma per il superamento degli OPG. Una struttura di natura riabilitativa oltre che detentiva progettata e diretta da Cairepro e Politecnica.

Durante l’elaborazione del progetto, non esistendo letteratura ed esempi realizzati o progettati in Italia, è stato attivato un percorso partecipativo che ha coinvolto, il team di progettisti e il gruppo di lavoro dell’Ausl di Reggio Emilia formato dalla Direzione Sanitaria e Tecnica dell’Azienda e dal team sanitario che avrà la responsabilità dell’utilizzo della nuova REMS.

Per la definizione degli alloggi, sono state utilizzate alcune delle nuove linee guida che prevedono il superamento di luoghi anonimi per privilegiare spazi domestici senza la presenza di elementi apparentemente detentivi, al fine di consentire un rapporto indirettamente terapeutico dello spazio, si è voluto superare il concetto di “cella detentiva” privilegiando quello di “mini alloggio”.

La nuova REMS si identifica come una residenza psichiatrica ma all’avanguardia potendo contare su migliori e raffinate scelte legate ai dispositivi di sicurezza pensando al benessere dei pazienti. La struttura può ospitare fino a 30 pazienti, le aree degenza sono divise in due ali, una da dieci posti letto (destinata a pazienti ad alta intensità di cura) e una da venti posti letto (di mantenimento ed a vocazione riabilitativa). Le camere, tutte singole, sono arredate con cura, dispongono di un letto, armadi, scrivania, un televisore, un’ampia finestra panoramica sul paesaggio circostante e un bagno studiato nei minimi dettagli per evitare problematiche di autolesionismo.

I materiali impiegati abbinano la piacevolezza estetica e percettiva, la facilità di manutenzione e garantiscono l’abbattimento dei rumori, in particolare negli ambienti destinati alle attività riabilitative. Le scelte impiantistiche sono state improntate al contenimento energetico e all’impiego di fonti rinnovabili. Sotto il profilo tecnologico grande attenzione è stata posta agli aspetti di manutenzione e gestionali ed alle tematiche relative alla sicurezza di ospiti e operatori.

Necessiti di una soluzione simile?

LOCALIZZAZIONE